Il weekend del 30 settembre e primo ottobre ha visto concludersi la Pirelli Cup con la disputa del round 6. Per chi non la conoscesse, la Pirelli Cup è il trofeo monogomma inserito nel calendario della Coppa Italia FMI che corre su alcuni dei più iconici tracciati italiani come Mugello, Misano Adriatico, Vallelunga e Cremona Circuit. L’edizione del 2023 si è rivelata un vero successo: due le classi al via, 600 e 1000, sono state protagoniste di appuntamenti esaltanti e di gare adrenaliniche. Una formula semplice, un regolamento chiaro, premi, classifiche assolute e di categoria e massima visibilità mediatica.

Il trofeo ha visto al via piloti di grande esperienza e dal grande palmares sportivo nazionale e internazionale che lo hanno scelto come test in vista di appuntamenti importanti e di prestigio come il Mondiale Supersport e il CIV. La Pirelli Cup garantisce elevati standard prestazionali e uno schieramento di giovani promesse. Gli organizzatori sono orgogliosi dell’atmosfera positiva, di amicizia e di correttezza sportiva, che si è creata nel paddock durante la stagione. All’Ideal Gomme Village, l’area Hospitality dedicata che segue il campionato in tutte le sue tappe, è consuetudine ritrovarsi per ricevere consigli, per confrontarsi e per trascorrere in amicizia i momenti non in pista.

Classe 600: wild card d’eccellenza

La classe 600 è stata una vetrina per giovani rider che hanno dato vita a battaglie emozionanti. L’ultimo weekend è stato dominato da wild card d’eccellenza, come Armando Pontone, vittorioso al traguardo, seguito da Edoardo Sintoni e Pasquale Alfano. Tra i partecipanti al trofeo, invece, Mattia Capogreco ha visto aggiudicarsi la vittoria della gara, seguito dall’ormai campione della classe 600, Edoardo Aquilano, che ha quindi centrato la vittoria nel campionato ma ha mancato l’en plein di vittorie per un soffio. Un plauso anche al francese Joey Lubrat che con la terza posizione tra gli iscritti al campionato si aggiudica una delle piazze d’onore sul podio del campionato.

Classe 1000: Doriano Vietti Ramus vince il campionato

Incerta fino alla fine la classe regina, con il pilota del team RR, Doriano Vietti Ramus, tallonato dal giovane alfiere del team NTR, Lorenzo Petrarca. La gara ha visto spuntarla Vietti Ramus che, pur arrivando secondo dietro a un imprendibile Luca Vitali, ha accumulato i punti necessari per laurearsi campione della classe Pirelli 1000. Bella la lotta anche per la terza posizione che ha visto premiato il pilota del team 322, Jarno Ioverno, un talento indiscusso ma che ha pagato durante il campionato alcune assenze dovute a problemi fisici conseguenti a una caduta nel Campionato Italiano.

Pirelli Cup 2023, round 6: i commenti dell’organizzazione dopo la gara di Misano

Luca Raggi – Idealgomme Eventi: “Le emozioni sono di casa alla Pirelli Cup e in particolar modo in questa stagione sono state davvero tante e intense. Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto e dei risultati raggiunti. Tanti piloti, tanti fortissimi, tanti che hanno voluto esserci e vivere da protagonisti una stagione di gare. Pirelli è il leader indiscusso e da sempre rappresenta la massima espressione tecnologica nel mondo e non a caso è utilizzato nel Campionato del Mondo SBK e Supersport e dalla prossima stagione in Moto 2 e Moto 3.”

E ancora: “Devo ringraziare i nostri partner che anche quest’anno ci hanno sostenuto e accompagnato per tutto il Campionato ed è anche grazie a loro che credono nel progetto sportivo della Pirelli Cup che continuiamo con rinnovato ed ancor più grande entusiasmo.”

Verso la Pirelli Cup 2024

I campioni 2023 saranno premiati e celebrati durante la Motor Bike Expo di Verona. Un appuntamento da non perdere per celebrare i campioni e l’occasione per conoscere tutti i dettagli e tutte le novità della stagione 2024. La Pirelli Cup si preannuncia ancora più esaltante con tanti cambiamenti pensati per rendere il campionato monogomma Pirelli ancor più interessante.