Sarà per la tradizione di KTM legata al fuoristrada, sarà per l’innata inclinazione del marchio alla produzione di moto votate al puro divertimento, ma per fortuna a Mattighofen hanno deciso di darci per il 2019 una nuova KTM 690 SMC R, profondamente rinnovata a livello estetico, con diverse novità sostanziali e una versione depotenziata per la patente A2.

Un netto passo avanti lo fa l’elettronica, visto che al comando del gas ride by wire viene affiancata una piattaforma inerziale, con annessi riding mode (due) e traction control disinseribile. L’ABS (con modalità supermoto, in cui l’antibloccaggio è disattivato al posteriore) è ora cornering e il cambio è stato dotato di assistenza elettronica sia in salita, sia in scalata.

Ciclistica più raffinata e mono superdotato

La ciclistica vede invece l’arrivo di nuove sospensioni WP Apex completamente regolabili, con la conferma dei cerchi a raggi da 17” e del freno anteriore con singolo disco da 320mm e pinza radiale a quattro pistoncini. Il tutto per un peso dichiarato di 147kg senza benzina.

Ultimo cambiamento riguarda il serbatoio, cresciuto fino a 13,5 litri (+1,5), mentre il raffinato monocilindrico da 690cc, 74,8cv e 73,5Nm è l’ultima versione del collaudato LC4 della 690 Duke. Non vediamo l’ora di impennarla.