KTM 1290 Super Adventure S 2021

KTM 1290 Super Adventure S 2021: più tecnologica, ancora teppista

L’endurona da sparo di Mattighofen si rinnova per conquistare la corona del proprio segmento di mercato. Motore Euro 5 da 160cv, ciclistica rivista e nuova ergonomia sono solo alcuni dei punti salienti della KTM 1290 Super Adventure S 2021.

Nuova ergonomia

Iniziamo dalle modifiche che riguardano la posizione in sella: l’obiettivo dichiarato di KTM era quello di rendere la Super Adventure più agile. Come sono intervenuti gli ingegneri? Per prima cosa hanno arretrato di 15mm il cannotto di sterzo, per poi accorciare il tradizionale telaio a traliccio in acciaio e allungare il forcellone. Il risultato dovrebbe essere una miglior stabilità e una maggiore accelerazione in uscita di curva.

Anche il telaietto è stato allungato di 15mm e modellato per ottenere una seduta più bassa. A proposito di seduta, la KTM 1290 Super Adventure S 2021 presenta una sella regolabile in altezza tra 849 e 869mm. Nella posizione più bassa ci troviamo quindi di ben 11mm più vicini al suolo rispetto al modello precedente.

Tecnologia da nave spaziale

Importanti innovazioni anche per quanto riguarda la tecnologia di questa “travel enduro definitiva” – come viene definita dalla Casa austriaca. Le sospensioni semiattive WP SAT di ultima generazione sono abbinate a una centralina di controllo aggiornata, che regola il tasso di smorzamento in tempo reale. Abbiamo poi tre differenti modalità di smorzamento: Comfort, Street e Sport, e due modalità opzionali: Offroad e Auto. Tutte sono basate sui dati forniti dalla piattaforma inerziale a 6 assi.

Il mono posteriore WP Apex SAT, inoltre, presenta un’escursione di 200mm e il precarico può essere regolato in 10 posizioni a scelta del pilota, o in tre modalità automatiche “auto-leveling”.

160cv
È la potenza massima dichiarata, e a vedere certe immagini parrebbe realistica…

Un’altra novità è l’Adaptive Cruise Control (simile a quello che abbiamo provato sulla Ducati Multistrada V4S), che sfrutta la tecnologia radar per gestire la distanza dai veicoli che precedono. L’ACC ha un range di utilizzo che va da 30 a 150km/h ed è regolabile su 5 livelli di distanza. La disattivazione avviene solo quando si usano i freni, mentre una vera chicca è l’assistente di sorpasso: una breve accelerazione che permette di superare con facilità quando si cambia corsia.

Non potevano poi mancare i 4 riding mode: Rain, Street, Sport e Offroad, con in più la mappa Rally opzionale. Dulcis in fundo, il cruscotto TFT da 7’’, già ampio e chiaro, ha un nuovo sistema di menu che dovrebbe renderlo più accessibile. I nuovi blocchetti al manubrio e il sistema keyless completano la strumentazione da nave spaziale della nuova Super Adventure.

Motore, linee e prezzo

Parliamo ora del cuore pulsante: oltre al passaggio all’Euro 5, di cui il nuovo scarico è l’unica prova esterna, il bicilindrico da 1.301cc ha ora pareti più sottili che gli valgono una riduzione del peso di quasi 1kg. Per quanto riguarda le pure prestazioni, vengono confermati i 160cv dichiarati, accompagnati da 138Nm (-2) di coppia.

Le ultime modifiche degne di nota riguardano il nuovo gruppo faro a LED, che dovrebbe produrre un fascio più ampio, le nuove forme ancora più minimali del profilo e del serbatoio, il parabrezza più ampio e le gomme di primo equipaggiamento, le Mitas Terra Force-R. Il prezzo di partenza della nuova KTM 1290 Super Adventure S 2021 è di 18.950 euro e sarà disponibile da marzo 2021. Ora resta solo una cosa da scoprire: quanto sarà migliorata rispetto al precedente modello che abbiamo scannato nella nostra comparativa tra endurone da sparo?