Con la spada di Damocle del coronavirus che incombe su tutti i grandi eventi dei prossimi mesi, il sospetto che non ci sarebbe stato l’EICMA nel 2020 circolava già da tempo tra gli addetti ai lavori. Tanto più dopo che era stato ufficializzato l’annullamento anche di Intermot, il Salone di Colonia.

eicma 2020Poi alcuni giorni fa, proprio nelle settimane che normalmente segnano il crescere di regime dell’enorme macchina organizzativa che sta dietro a un evento simile, ecco che è arrivata la comunicazione ufficiale: la 78^ edizione di EICMA, in programma dal 3 all’8 novembre 2020, è posticipata alla settimana 9-14 novembre del 2021.

Paolo Magri, presidente di ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), nonché Amministratore Delegato di EICMA S.p.a., ha commentato così questa difficile decisione. “Il valore e la leadership internazionale del nostro evento espositivo ci hanno spinto a non scommettere sull’evoluzione sanitaria legata all’emergenza Covid-19. Soprattutto abbiamo voluto ascoltare e tutelare l’intera industria delle due ruote; quest’ultima, con Fiera Milano in primis e i nostri partner, continua a vedere in EICMA la sua più importante opportunità in ambito fieristico. L’andamento del mercato e le sfide economiche e sociali che il periodo di lockdown ha imposto a livello globale ci obbligano oggi alla responsabilità. Per questo, nell’interesse degli espositori e dei nostri visitatori, abbiamo posticipato con una solida convergenza d’intenti l’edizione 2020”.