Non c’è dubbio che la SuperSport interpretasse un po’ il ruolo della moto “ordinaria”, circondata com’era dalle top model presenti in ogni concessionario Ducati. Ora però, con il nuovo modello Euro 5, il design della SuperSport 950 (questo il nuovo nome completo) si è innalzato al livello del resto della gamma del marchio italiano: muso e fiancate si ispirano chiaramente alle Panigale V4 e sono decisamente ben armonizzate su una base tecnica tanto diversa.

Sul piano prestazionale, la buona notizia è che le modifiche apportate allo scarico e al sistema di controllo motore in ottica Euro 5, non hanno sacrificato nulla in termini di potenza e coppia. I dati dichiarati per il bicilindrico Testastretta 11° da 937cc, infatti, restano di 110cv a 9.000 giri e 93Nm a 6.500 giri. Vengono confermati anche il telaio a traliccio fissato alle teste del propulsore, che ha dunque funzione portante, il forcellone monobraccio in alluminio e i semimanubri rialzati per una posizione sportiva, ma non estrema.

210kg
Peso in ordine di marcia.

 

La SuperSport 950 resta invariata anche per quanto riguarda i freni con dischi da 320mm e pinze Brembo M4.32, la forcella Marzocchi con steli da 43mm completamente regolabile e il monoammortizzatore Sachs, regolabile in precarico ed estensione.

110cv
Potenza max dichiarata a 9.000 giri.

Un profondo aggiornamento l’ha invece ricevuto il pacchetto elettronico; quest’ultimo è basato su una piattaforma inerziale Bosch a sei assi, che comprende: ABS Cornering, controllo di trazione, anti impennata e cambio elettronico. Il tutto gestibile in tre riding mode attraverso un display TFT a colori da 4,3”. Infine, è stata mantenuta pure la ricetta della più sportiva e raffinata S, che mette sul piatto sospensioni Öhlins completamente regolabili e l’unghia coprisella per un più aggressivo look monoposto.